Museo del Modellismo Storico "Leonello Cinelli"

Cerca nel sito

Biblioteca del Museo

Da questo link è possibile accedere alla Biblioteca del Museo alla ricerca di un eventuale testo di interesse.

Saremo a...

Nessun evento

Iscrizione newsletter

Accesso Utenti

MMS OFFICINA - Guerra di Secessione americana L'Hunley

L'INCREDIBILE STORIA DELLA "PERIPATETIC COFFIN"

Vi è mai venuto in mente di costruire un sommergibile con la caldaia di una locomotiva? Beh al sig. Horace Lawson Hunley si.
Il nostro amico da tempo progettava macchinari simili, il suo primo tentativo, non fortunato, lo fece con il Pioneer (modello visibile anch'esso nella sala navi del MMS) il progettista non si arrese si recò nella città di Mobile unico porto dell'Alabama alla ditta Mc. Clintock & Howgate dove lo guardarono come un matto ma dato che il governo degli Stati Confederati pagava bene iniziarono i lavori. Il sommergibile era lungo appena 18 metri aveva forma ellittica chiuso ai due lati semplicemente pressando la lamiera. Poteva contenere il pilota e sette membri di equipaggio.... o meglio sette membri motore perché il battello funzionava a muscoli a mezzo di un lungo collo d'oca collegato con le eliche. Sulla parte anteriore una lunga asta reggeva una "torpedine" cioè una bomba che terminava con una punta seghettata. L'idea era avvicinarsi alla nave nemica conficcare la lama nel legno, con un sistema di corde staccare la bomba dall'asta, fare manovra e svignarsela mentre l' ordigno veniva attivato tirando una seconda corda della lunghezza di circa venti metri.
Fu portato a Charleston con l'intento dei Dixies di contrastare il blocco navale attuato dai nordisti . Charleston era un porto della massima importanza commerciale nonché culla del movimento secessionista per cui fu sempre al centro dell' attività bellica degli Yankees . L'assedio al porto ed alla città stava creando enormi problemi ed ai capi militari balenò cosi l'idea di tentar la strada della sorpresa con la diavoleria del sig. Hunley.

Furono fatti più tentativi forse tre, forse di più non è certo ciò che è sicuro è che finirono tutti male con la morte di quasi tutti gli equipaggi. Il piccolo sommergibile che era stato denominato David si guadagnò il nomignolo di "peripatetic coffin", la bara vagante. L' ultimo dei tentativi fu fatto di persona dal suo creatore che immancabilmente ci lasciò le penne. I sudisti però non demorsero il mezzo fu ripescato, fu trovato un nuovo comandante e altri volontari. Il 17 febbraio del 1864 condotti dal tenente Gorge E. Dixon partì per la sua prima missione, raggiunse le navi nordiste che bloccavano il porto, conficcò l'esplosivo sulla fiancata della uss Housatonic e si dileguò. La nave affondò velocemente dopo

l'esplosione. Fu quello del battello,c he era stato rinominato Hunley, in onore del suo creatore , il primo successo bellico di un sommergibile nella storia. Dell' Hunley non si seppe più nulla chi aspettava al porto non rimase che fissare il mare. Non si saprà mai come questo empirico mezzo sia finito sui fondali.
Probabilmente non si era tenuto conto che sotto sforzo si produce più anidride carbonica per cui venute meno le forze per l'aria ormai velenosa il motore umano si fermò ed il mezzo si adagiò sul fondo per più di un secolo e mezzo.
Fu ritrovato dall' archeologo subacqueo e scrittore Clive Cussler , ripescato nel 2000 restaurato ed esposto nel museo di Charleston, dopo undici anni di lavoro. Fra gli oggetti ancora a bordo fu ritrovata anche la moneta portafortuna del comandante che è esposta, in riproduzione fedele , nel nostro museo.
All'interno furono purtroppo trovati, ancora ai loro posti, anche i resti dell'equipaggio cui fu data solenne sepoltura.